Stop coming to my house

Come potrebbero essere le Brand Pages di Google+ [PICS]

In G+, Google on 24 ottobre 2011 at 15:00

Qualche settimana fa, Mashable ha contattato alcune agenzie chiedendo loro di immaginare come sarebbero potute cambiare le pagine brand alla luce del ridisegnamento della piattaforma annunciato. (immagine)





Proprio mentre Facebook stava annunciando le sue nuove feature, Google era in procinto di aggiungere le brand pages a Google Plus. Nonostante l’aggiornamento possa arrivare da un giorno all’altro, l’annuncio non è ancora stato dato in via ufficiale. Nel frattempo, una serie di brand, ad esempio Ford, sta già studiando le nuove possibilità.

Ci sono alcuni ostacoli alla progettazione di brand pages su Plus. Per prima cosa, è difficile emergere con l’attuale layout di Plus.  Il formato rigido dei profili ha un effetto livellante e poco personalizzabile. Ma Colin Murphy, director of social di Skinny, una delle agenzie che ha accettato la nostra sfida, dice che ci sono vantaggi potenziali su Plus. “Una lamentela principale tra gli utenti Facebook e Twitter è che le marche li bombardano con messaggi che non vogliono vedere o di cui non gli importa”, ha detto Murphy. “Nella sua forma attuale, Plus non risolve il problema, ma potrebbero farlo le pagine brand, se implementerano le Cerchie Pubbliche”

Skinny ha mostrato come ciò potrebbe funzionare con un esempio ipotetico per Mini, il marchio automobilistico. In questo caso, un fan di Mini Countryman potrebbe aderire alla cerchia Countryman e vedere gli aggiornamenti Countryman nel suo feed. “Questo livello di selettività non è possibile su Facebook o Twitter, a meno che ovviamente tu sia un fan o un follower del prodotto specifico che ti interessa – ma c’è un grave inconveniente di questo metodo, perché l’utente deve andarsi a cercare i contenuti desiderati” dice Murphy. “Con Google+ invece tutto è in un unico luogo, e tutto ciò che l’amministratore deve fare è scrivere feed pertinenti per le cerchie interessate.”

Oltre a Skinny, anche Fantasy Interactive ha creato alcune pagine ipotetiche per Coca-Cola e Starbucks. Chi sarà andato più vicino alla reatlà? Lo sapremo presto.

Mini, Part 1
Il commento di Skinny: “Questa è la pagina brand. Si notino le cerchie pubbliche sulla sinistra, i bottoni Location e Translate e i contenuti. Questo è ciò che vedranno gli utenti che visitano la pagina di MINI per la prima volta. Sono presenti contenuti pertinenti ad ogni Cerchia Pubblica (ogni prodotto MINI, in questo caso), dando un assaggio ai nuovi arrivati di cosa sta facendo MINI su Plus e di chi si è aggiunto alle cerchie. “


Mini, Part 2
In questa immagine, l’utente si è unito alla cerchia Countryman. Ora, quando guarderà il suo feed, vedrà soltanto i contenuti riferiti alla cerchia Countryman (e tutte le altre a cui si è unito).  Vi chiederete – quando un utente aderisce a una cerchia, non vede più i contenuti delle altre cerchie? Ecco la risposta di Colin Murphy, director of social di Skinny: ‘Quando una persona si aggiunge a una cerchia guadagna l’accesso a maggiori contenuti. I contenuti che vede inizialmente sono i post pubblici del brand. Quindi quando una persona si aggiunge a una cerchia pubblica vedrà quei contenuti più i post pubblici del brand, e così via man mano che si aggiunge ad altre cerchie.”


Mini, Part 3
Ecco come potrebbe essere Google Hangouts, una feature che permetterà ai brand di collaborare dal vivo e/o dare ai membri della community un posto esclusivo in occasione di eventi. La parte migliore è che Google ha costruito il servizio senza soluzione di continuità all’interno di Google +. Al fine di rendere Hangouts funzionale per i marchi, Google dovrebbe rendere disponibile il servizio per più di 8 utenti alla volta (che è il limite di corrente).


Mini, Part 4
Le cerchie private permetteranno di distribuire contenuti a gruppi specifici, oltre a dare la possibilità di classificare e monitorare i membri della community sulla base della loro attività, sentimenti e interessi. Come nella funzionalità corrente, i nomi dei sottogruppi non saranno visibili al pubblico.


Mini, Part 5
Per Plus, la caratteristica che fa la differenza potrà essere l’integrazione con la ricerca di Google. Un brand potrebbe acquistare spazi pubblicitari a keywords su Google e mostrare all’utente le Promoted Pages di Google+ all’interno dei risultati di ricerca. Nell’esempio, gli annunci visualizzati nella parte superiore destra della pagina. Sebbene questa funzione non esista al momento (per quanto sappiamo), ipoteticamente potrebbe fornire ai brand un’opportunità di associare le loro pagine con le query di ricerca per parole chiave rilevanti.


Coca-Cola
Ecco la proposta di Fantasy Interactive per la pagina di Coca Cola.


Starbucks
Ed ecco come Fantasy Interactive ha immaginato la pagina di Starbucks.

Fonte: Mashable.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: