Stop coming to my house

Foursquare: piccole Brand Page italiane crescono. O forse no

In Foursquare, Statistiche on 19 ottobre 2011 at 09:30

Sono passati più di sei mesi dalla pubblicazione “Censimento: Brand Page italiane su Foursquare“, in cui figuravano 12 Brand Page Made in Italy.

Stimolato da una recente indagine che abbiamo condotto sulla pagina Facebook dell’Osservatorio, ho fatto una ricognizione sulle Pagine Brand italiane non solo con l’obiettivo di sapere quante fossero oggi, dopo quattro mesi, ma anche e soprattutto per capire come venissero utilizzate. E ho scoperto molte cose interessanti su cui vale la pena fare qualche riflessione.

Per chi fosse nuovo su Foursquare, ricordo che la Brand Page è il tipo di utenza Foursquare pensato per i brand che non hanno un luogo fisico di contatto con i clienti: una rivista, una radio o un canale televisivo, un produttore che non vende direttamente al consumatore finale… (fonte: foursquare.com/business/brands). Nella realtà dei fatti, oggi la Brand Page viene impiegata anche da aziende che hanno uno o più punti vendita per stabilire una loro “presenza ufficiale” su questo geo-social network.

Utilizzando la galleria disponibile sul sito Foursquare ho passato in rassegna le 2.815 Pagine Brand (dato aggiornato al 26 luglio 2011) alla ricerca dei dati su FollowerTip.

Premetto che, non essendo visibile la data di creazione della Brand Page, non è dato sapere se l’assenza di tip e/o il basso numero di follower sia dovuta ad “abbandono” della pagina o alla sua recente creazione. Comunque sia, questi sono alcuni dati sintetici che fotografano la situazione a oggi, 27 luglio 2011:

  • ci sono 88 BRAND PAGE ITALIANE (con una crescita, rispetto a marzo, pari al 733% in quattro mesi)
  • FOLLOWER: il 21% delle Brand Page italiane ne ha meno di 100, il 55% ha tra 101 e 1.000, mentre il restante 24% ne ha più di 1.001
  • PRIMATO FOLLOWER: svetta la pagina ufficiale di Gucci con 31.080 follower (seguito da VisitTuscany con 9.153)
  • TIP: il 22% delle Brand Page italiane è fermo a zero tip, il 29% ne ha fino a una decina circa, il 30% ne ha da 11 fino a un centinaio e il restante 6% ne ha inseriti più di 101
  • PRIMATO TIP: il primato spetta a Galbusera con circa 400 tip inseriti
  • SETTORI: il più rappresentato è il settore del Turismo con ben 26 Brand Page (considerando in questo settore tutto ciò che ha a che fare con viaggi, vacanze, itinerari, ospitalità); seguono 11 pagine di “Agenzie” (tra web-agency e IT), quindi 6 del settore Food5 nell’ambito della Moda
  • PRIMATO SETTORE TURISMO: nell’ambito del Turismo, la Regione più rappresentata è la Toscana con 10 brand page; segue l’Emilia Romagna con 3 e Veneto, Trentino, Sicilia, Sardegna, Piemonte e Campania con una pagina ciascuno (le altre pagine del settore Turismo non sono legate a uno specifico territorio).

Ed ora alcune considerazioni in ordine sparso.

Non esiste una relazione diretta tra numero di follower e numero dei tip. Nei tre segmenti considerati (meno di 100 follower, tra 101 e 1.000, più di 1.001) la distribuzione della numerosità dei tip è abbastanza simile: per esempio nel secondo segmento (tra i 101 e 1.000 follower) il 19% hanno zero tip, il 31% hanno inserito meno di 10 tip, il 44% tra 11 e 100 tip e il 6% con più di 100 tip.

Tra le pagine che hanno più di 1.000 follower, il 47% ha inserito meno di 10 tip e spesso non più di cinque. Il dato è interessante alla luce dell’indagine “L’utilizzo di Foursquare influenza il comportamento degli utenti?”  e in particolare considerando la domanda: “Quanto i tip di Foursquare possono modificare la tua decisione di recarti in un Luogo?“. Il 73% delle risposte, calcolato però su un numero assoluto di risposte abbastanza basso, si sono concentrate tra “Molto” e “Abbastanza”, mostrando una certa disponibilità delle persone a lasciarsi “influenzare” dai suggerimenti lasciati dagli altri utenti, tra cui le cosiddette Brand Page.

Osservando i tip lasciati dalle Brand Page sulle Venue (“luoghi” su Foursquare) si nota che nella grande maggioranza dei casi il numero di persone che “hanno fatto questo” (indica che il tip è stato letto da un utente e questi ha dichiarato di “averlo fatto”) è pari a 1 (cioè la stessa Brand Page che lo ha inserito) e in tantissimi casi non supera i 4 o 5. Rari sono i casi in cui un tip è stato dichiarato “fatto” da un numero interessante di persone: tra questi segnalo Visit Tuscany, che ha molti tip “fatti” da più di 20 persone, seguita Gucci e pochi altri.

Tante altre considerazioni si potrebbero fare ma le rimando a un prossimo aggiornamento di fine estate. Per ora chiudo con queste macro-evidenze:

  1. il numero delle Brand Page è cresciuto a un ritmo sostenuto
  2. la crescita sembra guidata dalla logica di “esserci” più che “farci qualcosa” (in stile Facebook)
  3. le Brand Page raccolgono follower pur non facendo quasi nulla (sorge spontanea una domanda: che tipo di relazione stanno immaginando di tenere con i loro follower?)
  4. la presenza su Foursquare è, nella maggior parte dei casi, scollegata da altre iniziative digitali
  5. la presenza su Foursquare, nella maggioranza dei casi, non è neppure citata sul sito istituzionale, dove non compare nemmeno l’icona “Seguici su Foursquare”.

Che dire? Di certo, i margini di miglioramento sono consistenti!

 

Fonte: Roberto Cobianchi su FoursquareItalia.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: